Arbitri di Touch World Rugby LITR

DIVENTA ARBITRO DI TOUCH WORLD RUGBY

Dopotutto, gli arbitri sono soltanto umani, credo. (Phil Keams)

 

Il Touch World Rugby e' facilissimo da giocare per le caratteristiche del suo sviluppo ma come tutti gli sport ha bisogno di qualcuno che si occupi di conoscerne il regolamento e di mantenerne la disciplina durante lo svolgimento delle competizioni.

L’arbitro non e’ solamente un ufficiale di gara, qualcuno che guidi semplicemente il gioco. L’arbitro e’ anche un aiuto preziosissimo per squadre ed atleti per le sue conoscenze del regolamento e per la sua figura di riferimento nel gioco e nell’allenamento.

Compila la form qui sotto con i tuoi dati, verrai ricontattato per informazioni

Le caratteristiche di un Arbitro di Touch World Rugby

1. Senso della posizione – l’arbitro deve essere una presenza discreta ma efficace in una partita di Touch Rugby I.R.B. Deve poter valutare bene il gioco senza intralciarlo.

2. Capacita’ decisionale – l’arbitro e’ unico giudice di quanto avviene in campo, deve saper gestire situazione nuove ed imprevedibili in pochi istanti.

3. Memoria – sembra facile ricordarsi tutte le regole ma e’ sempre meglio ripassare per evitare brutte figure.

4. Apertura mentale – in mancanza di giudici di linea l’arbitro e’ gravato del peso della decisione. Deve poter prendere la propria decisione in completa autonomia e serenita’

5. Pazienza – La pazienza e’ la virtu’ dei forti e per gli arbitri e’ uno strumento di lavoro che va allenato e mantenuto anche in presenza di forte pressione da parte delle squadre.

6. Autorita’ – l’arbitro deve tenere un comportamento irreprensibile durante lo svolgimento delle proprie funzioni. In quanto riferimento per i giocatori la sua autorita’ non deve mai essere in discussione.

7. Dialettica – nel Touch Rugby I.R.B. e’ importante il dialogo fra arbitro e giocatori per stabilire un rapporto di cortesia e per spiegare il gioco ai neofiti.

8. Umilta’ – niente inutili e dannosi protagonismi, l’arbitro di touch rugby I.R.B. deve poter ammettere eventuali errori e portare comunque la propria esperienza senza farla pesare agli altri.

Il Decalogo del Buon Arbitro

1. Sei in campo per divertirti e per far divertire tutti, tienilo a mente quando prendi una decisione

2. Parla con calma e spiega le tue decisioni ad alta voce

3. Ascolta tutti i giocatori e prendi le tue decisioni in autonomia mettendo a parte con calma capitani e giocatori coinvolti

4. Cerca di seguire il gioco dalla posizione migliore. Piu’ mobile sarai meno decisioni difficili dovrai prendere

5. Lascia giocare il piu’ possibile

6. Sii severo ma giusto nei tuoi giudizi, tenendo a mente sempre il primo punto.

7. Ricorda sempre i segnali ed accompagnali sempre con una breve spiegazione

8. Adatta il tuo modo di arbitrare all’esperienza delle squadre in campo

9. Controlla i giocatori piu’ animosi e se necessario prendi provvedimenti

10. Infine il piu’ importante: quando scendi in campo come arbitro RAGIONA COME UN ARBITRO, lascia fuori dal campo l’atteggiamento da giocatore.